Preservativi: dove conservarli per non danneggiarli

Molte persone conservano i preservativi nel portafoglio o al freddo, ma gli esperti offrono i giusti consigli per mantenere l'effetto profilassi ed evitare che si rovinino prima del tempo. Quali sono le regole base e i luoghi ideali per la conservazione dei preservativi

da , il

    Preservativi: dove conservarli per non danneggiarli

    Dove conservare i preservativi per non rovinarli? Soprattutto quando si è giovani e si vive in casa, non si vuole far scoprire a mamma e papà dove si tengono i condom, e li si nasconde in luoghi non sempre idonei. Ma anche quando si è adulti molti fanno l’errore di tenere i preservativi nel portafoglio, oppure al freddo, o ancora per comodità ci si abitua ad avere i preservativi tenuti in macchina per ogni evenienza, spesso senza badare nemmeno alla scadenza indicata nella confezione. Insomma un disastro, a qualsiasi età e condizione di vita, a dimostrazione di come sia necessario seguire i consigli degli esperti per sapere con precisione dove conservare i preservativi per non danneggiarli. Ecco allora quali sono le regole base e i luoghi ideali per mantenere i condom nella maniera idonea, evitando che vada rovinato l’effetto profilassi degli stessi, rendendoli inutilizzabili.

    Dove conservare i preservativi per non rovinarli

    Alcuni luoghi sono più adatti di altri per conservare i preservativi evitando di danneggiarli prima del loro utilizzo. Sono da preferire i luoghi freschi che consentendo di mantenere la temperatura minima per i preservativi idonea, poiché il caldo, soprattutto in estate, può facilmente rovinare i condom. Suggeriscono gli esperti come luoghi:

    • Cassetto della scrivania
    • Armadio
    • Borsa o borsello
    • Portaocchiali
    • Scatola di caramelle vuota
    • Taschino interno di una giacca
    • Portapreservativo

    Dove non tenere i preservativi

    Sono molti di più i luoghi dove non tenere i preservativi, e che invece risultano essere spesso quelli privilegiati, per pigrizia o per informazioni distorte e sbagliate. Ad esempio coloro che sono soliti conservare preservativi in macchina evidentemente non sanno che il cruscotto dell’auto o dello scooter amplifica i raggi del sole, rovinandoli inevitabilmente. Ma anche conservare i preservativi al freddo eccessivo danneggia l’effetto profilattico: e così gli sconsiderati che usano addirittura il freezer o si limitano a tenere i preservativi in frigo sappiano che non sono affatto utilizzabili. Per conservare bene i preservativi la temperatura è fondamentale ma non è l’unica accortezza: bisogna evitare anche possibili sfregamenti e frizioni, pertanto non vanno tenuti nella tasca dei pantaloni o nel portafogli, a meno che non si è certi di usarli di lì a poche ore.

    Le regole base da sapere per non danneggiare i preservativi

    Riassumendo allora le regole base per non danneggiare i preservativi, il luogo migliore per conservarli deve essere fresco e asciutto, stando bene attenti soprattutto in estate a non sforare la temperatura massima che i preservativi possono sopportare prima di deteriorarsi inesorabilmente. Anche se lo si conserva in un luogo consigliato come la borsa o il borsello, fare attenzione che non vi siano forbicine o altri oggetti taglienti che potrebbero rovinarli: se proprio non si può tenerli nella confezione originale per questione di spazio, ci si può procurare un comodo portapreservativi in latta. Infine è bene ribadire che non va utilizzato un preservativo scaduto, ovvero oltre la data riportata sulla confezione, giacché potrebbe risultare così asciutto da rompersi durante lo sfregamento e non poter garantire la sicurezza durante il piacere.