Perché le donne tradiscono?

da , il

    Perché le donne tradiscono?

    Non è mai facile addentrarsi sul perché le donne tradiscono, almeno dalla prospettiva maschile: in nostro soccorso giunge ora un libro della scrittrice statunitense Sara Cornell, lei stessa moglie fedifraga, che ha deciso di raccogliere le confessioni di svariate donne che hanno avuto avventure extraconiugali. Sulla scorta di questi racconti, proviamo a rispondere all’annoso interrogativo dando voce ai dubbi, le frustrazioni, i rimpianti di chi non ha certo premeditato di tradire il proprio partner, ma alla fine si è ritrovata tra le braccia di un altro uomo: e alla fine, forse, riusciamo a comprendere maggiormente perché le donne tradiscono, le motivazioni più recondite dietro a questa scelta sofferta che comporta sempre pesanti conseguenze.

    Confessare un tradimento non è mai facile, ma attraverso la mediazione della parola scritta queste donne hanno potuto mettere a nudo sentimenti privati che non appartengono solo alle singole protagoniste, ma in qualche modo diventano un emblema universale del perché le donne tradiscono. Emerge in molti casi quanto la mancanza di attenzioni, l’essere date per scontate, sia alla base di una frustrazione che si riverbera sul rapporto di coppia fino all’adulterio: ‘Non c’erano più né regali di compleanno né biglietti d’auguri a Natale. Aveva smesso di dirmi ‘ti amo’. Eravamo passati dal fare l’amore una volta la settimana prima della gravidanza, a una volta ogni due mesi dopo la nascita del bambino, fino a farlo una sola volta l’anno. È davvero semplice tradire quando con il proprio coniuge ci si sente come se fosse un coinquilino o solo il padre di tuo figlio‘, racconta ad esempio Krista R., mentre Melissa C. sottolinea come il crollo emotivo sia giunto a seguito delle enormi difficoltà finanziarie vissute nella loro quotidianità, dove solo lei era l’unica a lavorare, la scintilla che ha portato al tradimento. ‘La mia relazione extra coniugale non è stata l’unico motivo per cui l’ho lasciato, ma mi chiedo se avrei avuto la forza di rendermi conto di quanto fossi infelice senza quest’episodio‘: spesso nella donna il tradimento è la spia di un malessere che cova all’interno della relazione e che non viene esplicitato, e non necessariamente per disattenzione e superficialità dell’uomo.

    Sesso e tradimento

    sesso tradimento

    Rispetto ad un uomo, che spesso commette adulterio per non lasciarsi scappare l’occasione di una sveltina, in una donna sembrerebbe una scelta più meditata, per quanto non sempre consapevole: tuttavia sesso e tradimento sono correlate molto spesso anche fra le femminucce, e non bisogna lasciarsi ingannare da logori stereotipi. ‘Una sera andai in un bar con degli amici e incontrai l’uomo più bello che avessi mai visto. Ballammo insieme, parlammo, ci scambiammo i numeri di telefono. Fu l’inizio del rapporto più intenso, selvaggio e romantico che avessi mai avuto‘, confessa Rose M., e non è la sola a raccontare infatuazioni travolgenti per colleghi d’ufficio o uomini incontrati per caso. Spesso le donne tradiscono perché sono insoddisfatte a letto, come Susan M., che dopo aver finto per anni con suo marito, dicendosi ‘colpevole per non avergli confessato i miei desideri‘, alla fine ha trovato l’uomo giusto e ‘il sesso con lui è stato spettacolare‘.

    Le donne giustificano il tradimento?

    tradimento donna

    In tutte le storie che emergono in questo libro di Sara Cornell, se possiamo farci un’idea del perché le donne tradiscono, quel che è certo è che nessuno, anche chi si è dichiarata autenticamente infelice, giustifica il tradimento, anche chi lo ha fatto per vendetta come Lindsay T. In qualche modo le donne sentono maggiormente il peso e la responsabilità di un gesto che ferisce il proprio partner, e qualcuna arriva anche a dichiararsi pentita come Marina Pearson, la quale dichiara che non lo rifarebbe: ‘Perché ho tradito? Un tempo avrei elencato una serie di motivi. Ma col senno di poi, so che l’unica vera ragione è stata la mia visione confusa della vita e delle relazioni. Pensavo che se mio marito fosse cambiato, tutto si sarebbe sistemato. Non riuscivo a rendermi conto che la mia frustrazione non era dovuta ai suoi comportamenti, ma dipendeva da me stessa: avevo creato io quello stato di cose con i miei pensieri negativi. Mi sono anche permessa di infatuarmi di un altro uomo‘. E infine c’è chi semplicemente non riesce a trovare una spiegazione razionale, e la stessa autrice del libro a spiegare che ‘è un po’ come bere una bottiglia di vino durante una cena. Non parti con l’idea di ubriacarti, ma il cibo, la situazione, ti invitano a bere un sorso, poi un altro, poi un altro ancora. Continui a versarne ancora fino a quando non ti guardi intorno e ti rendi conto che hai la vista annebbiata. Eppure i sensi sono così piacevolmente svegli che continui a sorseggiare, anche se sai che dovresti smettere perché ti stai ubriacando e il giorno dopo avrai i postumi della sbronza‘.