Orgasmo femminile: 5 falsi miti da sfatare

Quali sono i falsi miti dell'orgasmo femminile da sfatare poiché ancora oggi sopravvivono nell'immaginario popolare, soprattutto maschile. Le spiegazioni degli esperti.

da , il

    falsi miti orgasmo

    L’universo della conoscenza è pieno di falsi miti da sfatare, e anche l’orgasmo femminile non fa eccezione: ancora oggi sopravvivono stereotipi e credenze nell’immaginario popolare, soprattutto maschile, che offrono un’idea distorta del massimo piacere che può raggiungere una donna durante un amplesso. Va detto che alcune di queste credenze comuni sull’orgasmo femminile sono vere: ad esempio il fatto che per una donna, al contrario di un uomo, il sesso occasionale sia meno appagante rispetto al farlo con un partner di lunga durata, così come è vero che in generale le donne hanno più difficoltà dei loro partner uomini a raggiungere il piacere, ed anzi gli esperti affermano che l’80 per cento delle femminucce ha difficoltà a provare un orgasmo con la sola penetrazione. Tuttavia sono ben di più le conoscenze errate in materia: ecco almeno 5 falsi miti da sfatare sull’orgasmo femminile.

    Orgasmo multiplo

    orgasmo femminile

    Quante barzellette ed ironie sull’orgasmo multiplo, anche da parte delle stesse donne. Eppure non è affatto un fenomeno raro come credono molte persone, visto che oltre il 50 per cento delle donne ha orgasmi multipli e di diverso tipo, soprattutto quelle di età compresa tra i 40 e i 60 anni, forse perché maggiormente esperte e rilassate. Il fenomeno estremamente raro è invece l’orgasmo simultaneo fra uomo e donna.

    Urla e gemiti

    orgasmo donna

    La scienza ha spiegato da tempo che urla e gemiti durante un rapporto sessuale non sono affatto un indice di gradimento delle partner femminili, ma il mito dei decibel è duro a morire.

    Età

    donna orgasmo

    L’orgasmo femminile diventa più raro con l’avanzare dell’età? Falso. Le statistiche provano che il 70 per cento delle donne oltre i 50 anni intervistate sul tema dichiara di provare ancora piacere, ed anzi grazie all’esperienza si ha molta più capacità di godere, forse anche in virtù di una maggiore familiarità con il proprio corpo. L’unica cosa che si riscontra con l’avanzare dell’età è una maggiore secchezza vaginale che comporta il bisogno di lubrificanti esterni.

    Preservativo

    preservativo

    Un altro falso mito sull’orgasmo femminile è che il preservativo sia da ostacolo al raggiungimento del piacere: al contrario i condom sono lubrificati e quindi rendono più agevole la penetrazione.

    Insoddisfazione

    orgasmo

    Una donna che non raggiunge l’orgasmo è insoddisfatta? La scienza ci dice di no, o meglio, quello è sicuramente il momento culminante del piacere, ma l’amplesso è come un viaggio in varie tappe dove si possono provare diversi momenti di piacere più o meno intensi, dunque non è scontata l’associazione come ritengono in molti.