Speciale Natale

Mappa del seno: le dimensioni nel mondo

Mappa del seno: le dimensioni nel mondo
da in Rapporti, Sessualità
Ultimo aggiornamento:
    Mappa del seno: le dimensioni nel mondo

    Amanti del lato A, questo è il posto che fa per voi. La mappa del seno nel mondo è una di quelle trovate geniali che, se non ci fossero, bisognerebbe inventarle. Perché riporta in auge l’eterna diatriba sulla dimensione perfetta del seno nella donna. Cos’è meglio, una coppa in stile top model oppure una misura debordante come nei classici cartoni animati giapponesi? E’ questione di gusti, certo, ma questa mappa vi aiuterà a decidere cosa è meglio per voi. Non solo, perché faciliterà anche la ricerca di chi non sa dove andare per trovare le misure adatte a lui. Dove si trovano le ragazze con il seno più florido e dove, viceversa, possono recarsi gli amanti delle donne con poco seno? Tra pregiudizi antichi e inattese sorprese, il viaggio nel mondo del seno inizia ora.

    Il mondo maschile si divide, dall’alba dei tempi, in due schieramenti netti: quelli che preferiscono il lato A e quelli che non possono rinunciare a un lato B perfetto. Per chi è ossessionato dal seno, diventa di primaria importanza sapere dove potrà soddisfare le sue esigenze, prima di programmare una vacanza o addirittura un trasferimento. A questo proposito cade a fagiolo la mappa prodotta da Targetmap, che si impegna per renderci edotti in materia. Nella mappa in questione, le nazioni della Terra vengono suddivise in cinque aree ben definite e caratterizzate da un diverso colore. La discriminante della divisione è appunto la misura media della coppa di seno: si va dalla categoria A, la più piccola, a D+, quella più grossa.

    Il sito che ospita la mappa del seno è lo stesso che ha pubblicato la celebre mappa sulle dimensioni del pene nel mondo. Insomma, pare che su quel sito si riuniscano dei veri appassionati della materia, e noi ringraziamo, perché effettivamente questa mappa può essere di grande aiuto. Nel caso specifico del seno, non è ben chiaro da quale fonte vengano riprese le dimensioni medie per le singole nazioni e, in effetti, alcuni risultati possono anche risultare contestabili. Tra le più tettone, indicate con un bel colore rosso acceso, ritroviamo infatti le russe e le donne dell’area scandinava. Senza nulla togliere alla bellezza infinita di queste ragazze, ci sembra un po’ strano questo primato, almeno a giudicare dalle bellezze mozzafiato dell’est che calcano le passerelle.

    Più plausibili le ottime medie di grandezza raggiunte dalle americane, colombiane e venezuelane. E le italiane, direte voi? Dove si piazzano in questa mappa, tra le meno dotate o tra le maggiorate? In nessuna delle due categorie, dimostrando che, come sempre, ‘in medio stat virtus’: le donne italiane si inseriscono di forza nella categoria C, quella della grandezza media, né troppo piccola né troppo grande. La stessa categoria, bisogna dirlo, riunisce quasi tutti i popoli europei (tranne le donne germaniche, considerate più floride) oltre che Australia, Canada e gran parte dei paesi Sudamericani. Le donne con il seno più piccolo le troviamo in estremo oriente e in parte dei paesi africani, ma questa forse era una notizia già nota ai più. Stupisce semmai la presenza della Spagna e l’assenza della Francia, visto che siamo sempre stati abituati a ritenere le donne transalpine come poco dotate, ma alla fine questa mappa sembra creata proprio per discutere. Voi, per esempio, dalla vostra esperienza, sentite di poter confermare quanto indicato?

    593

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN RapportiSessualità

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI