Speciale Natale

Le poesie d’amore per la festa della donna da dedicare a lei

Le poesie d’amore per la festa della donna da dedicare a lei
da in Rapporti
Ultimo aggiornamento:
    Le poesie d’amore per la festa della donna da dedicare a lei

    Siamo ormai alla vigilia della festa della donna 2014 e, se non l’avete ancora fatto, è tempo di pensare a un regalo speciale per le donne della vostra vita. Regalo, nel caso della festa dell’8 marzo, non significa per forza un oggetto (anche se la classica mimosa pare essere un obbligo da assolvere senza esitazioni). Per celebrare l’importanza della donna basta un pensiero, soprattutto se formulato con i versi immortali degli artisti. Quali sono le poesie d’amore ideali per la festa della donna? Un quesito importante, che può fare la differenza tra una donna felice e una risentita perché non vi impegnate abbastanza per farla felice.

    La celebrazione della donna ha radici molto lontane dal consumismo di cui si nutre ai giorni nostri. Anche regalare la mimosa, in origine, aveva un significato preciso, ma oggi si è trasformato in un gesto meccanico e poco sentito. Cercare dei versi di una poesia d’amore per esprimere quel che la vostra donna rappresenta per voi, al contrario, vi farà guadagnare punti. Perché dimostra la volontà di ‘adorare’ la sua figura, come in un rituale romantico d’altri tempi, quando le poesie erano il regalo più bello cui una donna potesse aspirare (non come i diamanti di tante signore d’oggi). Ecco perché sacro e profano possono convivere senza alcun problema l’8 marzo, ed ecco perché la poesia più gettonata per l’occasione è intitolata semplicemente ‘Donna’ ed è stata scritta nientemeno che da Madre Teresa di Calcutta. Versi tutt’altro che sdolcinati, che ci ricordano le conquiste fatte dalle donne ma, al tempo stesso, puntano il dito contro le discriminazioni e violenze che ancora oggi esistono in tante parti del mondo.

    Chi volesse essere più frivolo può scegliere ‘Corpo di donna’ di Pablo Neruda, che sottolinea invece la sensualità del corpo femminile, celebrandolo come meraviglia del mondo di cui gli uomini non possono fare a meno. Più classico e casto il canto ‘Alla sua donna’ di Giacomo Leopardi, che si apre con i celeberrimi versi “Cara beltà che amore, lunge m’inspiri o nascondendo il viso“. Più moderna nei toni e nello stile la poesia di Cesare Pavese intitolata ‘Donne appassionate’. Per chi predilige i poeti più esotici, infine, consigliamo Eliomar Ribeiro de Souza con i versi di ‘Donna’. Gli spunti romantici, come visto, non mancano di certo, ma vogliamo chiudere con un’idea che è anche una provocazione: e se provaste a scrivere voi dei versi di vostro pugno? Certo, anche una poesia non originale fa piacere, ma pensate cosa potrebbe significare per la vostra donna ricevere in dono versi scritti pensati e dedicati solo ed esclusivamente a lei. Non serve essere Foscolo o Quasimodo per tentare l’impresa!

    475

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Rapporti

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI