Speciale Natale

Le diverse fasi del due di picche

Le diverse fasi del due di picche
da in Consigli Amore, Rapporti, Seduzione
Ultimo aggiornamento: Giovedì 02/07/2015 17:24

    due di picche

    Anche se il nostro orgoglio ce lo fa ammettere con molta riluttanza, ognuno di noi maschietti almeno una volta ha ricevuto un due di picche da una ragazza: pensavamo di averla conquistata, ma lei all’ultimo momento si è negata. Che cosa è andato storto? Per comprendere i motivi del suo rifiuto può tornare utile conoscere le diverse fasi del due di picche, e imparare dagli errori compiuti in modo che non ricapiti più. Perché il rifiuto di una donna fa male da morire, anche se lei magari si è premurata di non ferire i nostri sentimenti.

    OCCASIONE INASPETTATA. La prima fase del due di picche vede il maschio imberbe e insicuro non selezionare la ragazza a cui chiedere di uscire, con l’abitudine di provarci praticamente con tutte, nel dubbio anche con un cadavere con il corpo ancora caldo. Inaspettatamente una ragazza dice sì, ma il maschio in questione non ha sufficiente fiducia in se stesso, e comincia ad agitarsi senza sapere di essere già nella prima fase del due di picche.

    L’ANSIA FA BRUTTI SCHERZI. Pensando di non essere all’altezza della ragazza in questione il maschio, invece di essere se stesso e cercare di sedurla con le armi a disposizione, si affida a internet per cercare soluzioni alla sua ansia da prestazione: e così cerca di carpire quali argomenti di conversazione utilizzare leggendo la sua bacheca su Facebook, sceglie come vestirsi sui forum femminili, e così via per tutti i preparativi della serata, dal posto in cui portarla alla frase che la dovrebbe stendere. Risultato: un disastro.

    LA DISFATTA. Lei ci ha messo 45 secondi netti a pentirsi di aver accettato l’invito: le è bastato vedere come si è conciato il maschio per l’occasione. Per tutta la serata esprime lo stesso calore umano di un iceberg, ha la stessa innata gentilezza di un rottweiler idrofobo, e non fa altro che guardarsi intorno pregando tutti i santi del calendario di non incrociare nessuno che conosca. Di tutto questo, il maschio non si rende minimamente conto, impegnato com’è ad evitare che gli sudino le mani o gli parta la sputacchia mentre parla per l’emozione. È l’effetto devastante della patata che ogni maschio alle prime armi ha dovuto subire (se non siete alle prime armi e vi fa ancora questo effetto, siete spacciati).

    L’ATTESA SNERVANTE. Il maschio è completamente ignaro che la serata è stata un disastro, e mentre con gli amici si gonfia il petto assicurando loro che al prossimo giro la trapanerà a dovere come Rocco Siffredi sotto Viagra, nel suo intimo si strugge nell’attesa snervante del responso di lei. Se potesse leggere i pensieri della donna in quel momento, scoprirebbe che lei sta bestemmiando come uno scaricatore di porto contro se stessa, perché si imbatte sempre in uomini patetici al limite del caso umano.

    IL RIFIUTO. Dopo due giorni trascorsi a torturarsi, il maschio decide di chiamare la ragazza per ottenere il fatidico responso, pensando che il suo silenzio fosse dovuto al suo essere ‘una che se la tira’: in realtà lei aveva completamente rimosso l’orribile serata, e alfine cala come una scure il due di picche sul povero maschio. A questo punto si aprono davanti tre strade: accettare con il massimo della dignità possibile la sconfitta, elaborare gli errori commessi e magari cambiare i siti web da consultare per avere consigli su come sedurre una donna; suicidarsi per la vergogna; sprofondare ancora di più nell’abisso insistendo nel rimorchiarla. In ogni caso ai suoi amici racconterà di essere stato implacabile, raccontando pirotecniche avventure sessuali che resteranno solo un sogno. Superfluo concludere che la prima opzione ci pare la sola ragionevole.

    675

    Speciale Natale

    PIÙ POPOLARI