La Bonjerie: intimo sensuale da mangiare (foto)

La Bonjerie: intimo sensuale da mangiare (foto)
da in Rapporti, Sessualità

    Come ogni uomo degno di questo nome saprà perfettamente, l’intimo (o per dirla in maniera ancora più esotica, la lingerie) è l’arma di seduzione per antonomasia di cui le donne dispongono. Ormai il mercato è davvero saturo di proposte più o meno interessanti, e dispiace vedere che molte rappresentanti del gentil sesso ancora non hanno compreso il vero ruolo di questi capi.

    E’ davvero triste infatti ritrovarsi in camera da letto con una donna che indossa intimo anonimo, banale, senza un minimo di mordente. Eppure accade ancora. Per fortuna le idee ai creativi non mancano mai, e per questo noi uomini dovremmo prendere nota delle ultime creazioni per fare un gradito regalo alle signore (e di riflesso a noi stessi).

    La Bonjerie propone una linea di lingerie di cui tutto si può dire tranne che sia banale e già vista. Se qualcuno ha proposto in passato l’intimo che si può mangiare (ma vatti a fidare), nessuno aveva mai pensato di accostare pizzi, merletti e dolcetti.

    Non si tratta del classico dolcetto o scherzetto, ma di una creazione che potrebbe trasformare le serate più noiose in qualcosa di davvero intrigante e malizioso.

    La Bonjerie infatti propone un intimo che è pensato quasi come un gioco erotico, un qualcosa da condividere con il partner. Un’idea nata dalla passione della creatrice per i dolci, che unisce biancheria intima fatta a mano (con profusione di pizzi e merletti) e dolcetti di zucchero di varia forma e colore.

    Un’idea quantomeno geniale, che rende ogni capo unico, grazie all’accostamento sempre diverso (e studiato nei minimi dettagli) di tessuti e dolcetti: il fatto che siano capi creati a mano e non riprodotti in serie, poi, aggiunge quel pizzico di stimolo in più per utilizzarlo in situazioni speciali con la vostra partner. Ce n’è davvero per tutti i gusti: giarrettiere, perizoni, baby-doll, top.

    Per coloro che fossero preoccupati per la durata di simili capi, specifichiamo che la biancheria intima può essere riutilizzata anche quando il gustoso dolcetto è stato consumato, grazie ai nastri e alle applicazioni manuali, che lo rendono molto più che un regalo “mordi e fuggi”.

    352

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN RapportiSessualità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI