Speciale Natale

Friendzone: cos’è e come funziona?

Friendzone: cos’è e come funziona?
da in Rapporti, Single
Ultimo aggiornamento:
    Friendzone: cos’è e come funziona?

    Cos’è la Friendzone? Tutti ne parlano, l’Oxford Dictionary l’ha anche inserito nella sua versione online, i canali televisivi dedicano trasmissioni all’argomento, ma non tutti sanno davvero cosa sia questa strana ‘malattia’ che affligge l’animo di migliaia di persone. Si tratta di un termine nato in una famosa serie Tv e diventato poi virale su Internet, con tanto di meme dedicati. La ‘zona dell’amicizia‘ è un territorio che tutti (o quasi) hanno esplorato almeno una volta nella loro vita, una impervia giungla dalla quale è difficile, se non impossibile, uscire. Eppure, come una droga irresistibile, continua ad attirare soprattutto gli uomini. E’ tempo di fare chiarezza sul terribile morbo della Friendzone!

    COSA VUOL DIRE FRIENDZONE
    Per prima cosa è necessaria una definizione precisa del termine, visto che c’è ancora molta confusione in giro. Si definisce ‘friend zone’ quella condizione che si viene a creare quando, in un’amicizia (di solito tra uomo e donna, ma le varianti sono diverse), uno dei due poli inizia a sviluppare sentimenti profondi per l’altra persona. Che si tratti di amore o di semplice attrazione fisica ha poca importanza, quel che conta è il rapporto pregresso di amicizia, che rende quasi impossibile la realizzazione dei sogni di chi prova quei sentimenti. Entrare nella zona dell’amicizia equivale a una condanna a vita, perché l’oggetto del desiderio è sempre così vicino eppure sempre così lontano. Statistica vuole che, di solito, sia l’uomo a vivere sulla sua pelle lo status di ‘friendzone’, il che dimostra ulteriormente come tra uomo e donna non possa mai esserci solo amicizia.

    friend zone

    ESEMPI FAMOSI DI FRIENDZONE
    Per capire meglio di cosa stiamo parlando, possiamo prendere in prestito alcune situazioni da ‘friendzone’ dalla cultura popolare. Leggenda vuole che il termine stesso sia stato coniato nella celebre sitcom Friends, utilizzato per la prima volta da Joey per descrivere la situazione di Ross e dei suoi sentimenti non corrisposti da Rachel. Ross veniva definito, in una puntata del 1994, ‘il sindaco della friendzone’, primo tassello ufficiale di una storia ben più antica. Nel cinema italiano l’esempio classico di uomo in tragica friendzone è il ragionier Ugo Fantozzi, sposato con la Pina ma innamorato perso della collega signorina Silvani, che lo considera solo un amico e lo sfrutta in ogni bieca maniera per i suoi scopi. Da amico a zerbino il passo è davvero corto, come dimostrato da Elio e le Storie Tese nel capolavoro Servi della Gleba, un brano che sintetizza in maniera perfetta quanto espresso poi anche da Max Pezzali in ‘La regola dell’amico’, che non sbaglia mai!

    DIVERSI TIPI DI FRIENDZONE
    Finire nella zona dell’amico è più facile di quanto si possa pensare, anche perché in effetti non esiste una sola versione della friendzone. Studi scientifici rigorosi hanno dimostrato che questo morbo assassino può verificarsi con gradazioni diverse, che possiamo però ricondurre a due categorie di friendzone. Nella prima troviamo la situazione in cui uno dei due amici prova dei sentimenti per l’altro, ma quest’ultimo non ne è a conoscenza, come avesse delle fette di prosciutto spesse 10 centimetri sugli occhi. In questo caso per il poveretto innamorato è un continuo supplizio, perché ogni coincidenza si trasforma in segno che l’amore è possibile. Il fraintendimento è il pane quotidiano di chi si trova in questa categoria. La seconda, ben più grave e degna di uno psicodramma, è quella situazione in cui lei/lui conosce benissimo i sentimenti dell’amico/a e decide di calpestarli per il suo tornaconto, sfruttandoli per avere compagnia e tutti i benefit che si ottengono quando qualcuno ci sbava dietro.

    Uscire dalla friendzone

    EVITARE LA FRIENDZONE
    Passiamo ora dalla definizione alla strategia, con due quesiti altrettanto importanti. Il primo è “si può evitare la friendzone?“. Ovvero, quando ci si rende conto di provare dei sentimenti per un’amica, è possibile evitare di cadere come per cotte in quel gorgo di disperazione che si chiama amore non corrisposto? Più facile a dirsi che a farsi, perché al cuor non si comanda. L’unico consiglio è di evitare di avvicinarvi a una ragazza fingendo di essere suoi amici quando volete solo conquistarla. E’ il modo migliore per diventare un buon amico, forse anche il miglior amico, e nulla più. Se fate gli amiconi e poi ci provate di punto in bianco riuscirete solo a rovinare il rapporto, perché sentirà di essere stata presa in giro fin dall’inizio. Infine, se vi rendete conto che lei ha capito da subito i vostri sentimenti e li ignora preferendo giocare con voi, fate un piacere a voi stessi e all’umanità, distogliete lo sguardo e cercate un’altra preda. Perché la friendzone sarà anche una gabbia dorata, ma è pur sempre una gabbia.

    USCIRE DALLA FRIENDZONE
    Ultimo quesito, per chi non avesse seguito i consigli precedenti e si fosse buttato a capofitto in una situazione disperata. E’ possibile uscire dalla friendzone, una volta che il rapporto si è fatto così strano da risultare insostenibile? I casi sono diversi: a volte è lei a darvi il due di picche definitivo, quando si rende conto dei vostri sentimenti. Altre volte l’amicizia brucia lentamente e si consuma tra imbarazzi e situazioni spiacevoli. Altre volte ancora è l’amico in friendzone che decide di liberarsi dalle catene, voltando pagina e cercando qualcuna che corrisponda i suoi sentimenti. Una cosa è certa, non esiste un modo per uscire dalla zona dell’amicizia preservando quest’ultima. Lei magari vorrà ancora essere vostra amica, ma per il bene di tutti cancellate ogni suo contatto e dimenticatela per sempre. Perché chi è stato zerbino una volta rischia di esserlo per tutta la vita!

    985

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN RapportiSingle

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI