Donne e orgasmo, i segnali per capire quando lei simula

Donne e orgasmo, i segnali per capire quando lei simula
da in Rapporti, Sessualità
    Donne e orgasmo, i segnali per capire quando lei simula

    Il piacere della donna ancora oggi rappresenta uno dei crucci principali del popolo maschile quando si tratta performance a letto. Il raggiungimento dell’orgasmo è momento focale senza il quale anche il piacere maschile perde gran parte del suo valore. Insomma, l’uomo vuole che la donna provi l’orgasmo, ma questo non sempre accade per i motivi più diversi, spesso non legati alla prestazione in sé. Il problema sorge quando la donna simula l’orgasmo per paura di sembrare inadeguata o per compiacere il partner. Come capire quando lei sta fingendo?

    Si tratta, come comprenderete, della classica domanda da un milione di dollari. Tutti noi vorremmo essere in grado di capire quando la nostra donna sta simulando, anche perché, per questioni evolutive, hanno raggiunto un livello di bravura tale che spesso è praticamente impossibile distinguere un orgasmo falso da uno vero. Comunque è un dato di fatto: una donna su due finge, e allora diventa indispensabile imparare a riconoscere quei piccoli segnali che svelano la vera natura del piacere.

    Se le urla di piacere possono essere simulate, esistono infatti dei segnali fisici che le donne non possono ancora ricreare a piacere, e che contraddistinguono il piacere vero e puro. Vediamo quali sono: aumento del battito cardiaco e della sudorazione; il respiro più veloce e quasi affannoso accompagnato da dilatazione delle pupille; il colorito delle labbra, del viso e dei genitali tende a diventare più scuro per la maggiore irrorazione sanguigna, e in alcune donne questo fenomeno comporta al tempo stesso arrossamento delle pelle (in particolare colle e guance).

    Per quanto riguarda invece le zone proibite, anche lì possono essere colti dei piccoli segnali come l’indurimento dei capezzoli durante l’orgasmo, ma anche le più celebri contrazioni ritmiche di vagina e perineo collegate a spasmo delle dita dei piedi.

    Non sempre presente ma comunque importante la cosiddetta eiaculazione femminile, senza contare il classico inarcamento della schiena accompagnato da spinte pelviche involontarie. Ovviamente questo vademecum non deve portarvi a dissezionare il rapporto sessuale come scienziati, perché alla fine l’importante è godersi il momento, però rappresentano comunque delle linee guida per scoprire il gioco della vostra donna.

    Foto da dhammza

    406

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN RapportiSessualità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI