Divorzi in aumento: Milano capitale delle separazioni

Divorzi in aumento: Milano capitale delle separazioni
da in Rapporti, Divorzio
Ultimo aggiornamento:
    Divorzi in aumento: Milano capitale delle separazioni

    In questi giorni è tornato molto di moda il tema del tradimento, vero e proprio hobby nazionale, ma non è questo certo l’unico fenomeno importante che sta coinvolgendo le coppie italiane. Divorzi e separazioni crescono infatti in maniera esponenziale, dimostrando che le unioni oggi non riescono a reggere il peso della quotidianità.

    La coppia scoppia, e questo succede soprattutto nelle grandi città, dove più forte si fa sentire lo stress da lavoro e da vita frenetica. Se i single in città hanno più difficoltà a trovare l’anima gemella, per chi già ce l’ha spesso è difficile mantenere un impegno serio e costante: il trend è nazionale, ma a Milano la crescita dei divorzi appare ancora più impetuosa, tanto da farne la capitale italiana delle separazioni.

    Poco rassicuranti davvero i dati forniti all’inaugurazione dell’anno giudiziario: tra il 2009 e il 2010 le cause di separazione e divorzio sono aumentate di quasi il 10 per cento, passando da 8.445 a 9.243, ma il dato è ancora più evidente se si paragonano il secondo semestre del 2010 e il primo del 2011.

    A fronte di un aumento dei divorzi, bisogna segnalare una flessione decisa e importante dei matrimoni, e questo è un dato sul quale è necessario soffermarsi per capire dove sta andando la nostra società. Parte del problema (una grande parte) è di sicuro costituita dall’onere economico che devono affrontare le coppie che vogliono convolare a giuste nozze. I costi proibitivi del carrozzone matrimonio scoraggiano i più.

    Non può comunque trattarsi soltanto di decisioni economiche; probabilmente è sopravanzata una diffusa sfiducia nei confronti dell’istituzione matrimoniale, soprattutto in Italia dove se va tutto male ci vogliono anni e tanti soldi per rimediare all’errore con il divorzio. Anche per questo è da segnalare un aumento del 37% dei divorzi consensuali, dove entrambe le parti arrivano a un accordo senza contenziosi giudiziario su soldi e figli.

    Oggi la soluzione più gettonata per ovviare a tutti questi problemi di diversa natura è la convivenza. Purtroppo in Italia non c’è ancora un’equiparazione totale tra coppie di fatto e coppie unite in vincolo matrimoniale, e anche su questi temi si misurerà la voglia di lasciarsi alle spalle tradizioni e pregiudizi che francamente al giorno d’oggi cozzano contro le necessità economiche e sociali delle persone.

    397

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN RapportiDivorzio Ultimo aggiornamento: Giovedì 02/07/2015 17:18
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI