Come usare Tinder, 7 consigli per migliorare il tuo profilo

Ti sei appena iscritto a Tinder e non sai bene come utilizzarlo? Ecco 7 consigli per migliorare il tuo profilo che ti consentiranno di usare al meglio questa app e conoscere nuove ragazze

da , il

    Il dubbio è comprensibile, appena ci si iscrive: come usare Tinder? Che tu voglia cercare la proverbiale anima gemella, oppure semplicemente per divertirti e fare nuove conoscenze femminili, questa app gratuita sempre più popolare e diffusa, tra giovani e meno giovani, richiede nella sua semplicità un minimo di destrezza per essere davvero efficace. Ecco allora 7 consigli per migliorare il tuo profilo, in modo da aumentare le possibilità di trovare persone compatibili, ottimizzando al massimo i vantaggi derivanti dall’uso di Tinder.

    Collega Tinder a Facebook

    Per rimorchiare attraverso Tinder innanzitutto bisogna collegare l’app a Facebook: in realtà sei obbligato a farlo quando crei un nuovo account, poiché molti siti di appuntamenti sono infestati da account fasulli e collegare l’account di un altro social network fa diminuire le possibilità di truffe in tal senso. Nessuno perde tempo a creare un finto account Tinder se deve anche creare un finto account Facebook corrispondente.

    Scrivi la tua biografia

    Come impostazione automatica l’app importa la tua biografia di Facebook, ma necessariamente bisogna riscriverla per Tinder per fare in modo che risulti efficace: ammesso che tu l’abbia mai usata su Facebook, è probabile che non la aggiorni da anni. Il segreto su Tinder è essere breve, brillante e creativo: mantieni un certo livello di privacy ma sentiti libero di dire cosa cerchi da una partner, in modo da evitare di essere contattato da persone non in linea con la tua ricerca.

    Scegli le foto

    L’immagine è tutto in un servizio come questo, e pertanto bisogna dedicare una certa cura alla scelta della foto, in quanto basta poco in termini di qualità o angolazione per passare da un aspetto sexy ad uno inquietante. Il consiglio è di evitare selfie e men che mai foto con la ex fidanzata, mentre funzionano piuttosto bene i ritratti professionali, se ne avete uno. Importante è anche l’espressione: evitate pose e facce strane, un semplice sorriso amichevole è l’arma di seduzione più efficace.

    Fai capire chi sei e come sei fatto

    Dopo aver visto come deve essere la foto iniziale, che è il tuo biglietto da visita, vediamo anche le altre che vanno a costituire il tuo personale book: ci sono moltissimi profili di Tinder che funzionano male perché non si riesce a vedere bene con chi si ha a che fare: evita quindi foto gruppo in cui non ti si riconosce, le immagini sfocate e quelle da lontano. Mettine un paio che sottolineino le tue passioni, mentre sono assolutamente importanti le foto del tuo viso: dovresti avere almeno due primi piani, dalle spalle in su.

    Immagini da Facebook

    Ricordati che non puoi caricare immagini direttamente dal telefono: le uniche foto che puoi importare sono quelle che hai già caricato sul tuo profilo Facebook, quelle pubbliche e visibili ai tuoi contatti. Perciò puoi caricare qualsiasi foto su Facebook, importarla su Tinder e successivamente cancellarla dal social: le tue foto su Tinder non subiranno alcuna modifica.

    Controlla le foto

    Come impostazione predefinita, Tinder usa alcune delle tue foto di profilo che hai pubblicato recentemente su Facebook, tuttavia è bene sempre controllare le immagini per non confondere le potenziali ragazze: ad esempio se la tua foto di Tinder ti immortala abbracciato insieme ad un amico maschio, potresti ingenerare ambiguità non volute. Può sembrare una banalità, ma tue foto sono percepite diversamente dagli sconosciuti rispetto ai tuoi amici, per cui dedica sempre una certa cura per le immagini su Tinder.

    Chiedi consiglio ad un’amica

    Una volta scritta la tua biografia e messe per bene tutte le immagini che corredano il tuo profilo, potrebbe essere utile chiedere consiglio ad un’amica femmina, in modo che possa darti un giudizio imparziale ed obiettivo su cosa funziona e cosa eventualmente no. Un parere di una persona del sesso opposto può farti aprire gli occhi in tal senso, a patto che sia onesta e sincera nel dirti cosa eventualmente non va: per cui non essere permaloso, ed accetta i consigli di chi ti offre un aiuto da una prospettiva diversa ma essenziale ai fini del rimorchio.