Come mettere il preservativo

Un semplice tutorial per imparare come mettere il preservativo, una faccenda che può anche ingenerare ansia per chi è alle prime armi. Tutti i suggerimenti utili su come evitare lacerazioni e rotture del condom, e i trucchi per mettere il preservativo nel lato giusto senza sbagliarsi

da , il

    Come mettere il preservativo

    Vi è mai capitato di avere dei dubbi su come mettere il preservativo? Non c’è da preoccuparsi, né ci si deve sentire ‘strani’, poiché è abbastanza normale quando si è alle prime armi avere delle incertezze in materia, e per evitare che questi dubbi possano ingenerare un’inutile e controproducente ansia, proponiamo un semplice tutorial su come mettere il preservativo: tutti i consigli utili su come evitare di rompere il profilattico e i trucchi per non sbagliarsi ed inserirlo sempre dal lato giusto. Come in tutte le cose della vita, le prime volte si possono avere delle difficoltà, ma non bisogna lasciarsi scoraggiare, e dopo aver appreso le nozioni base non ci saranno più problemi su come mettere il preservativo senza intoppi: un po’ di esperienza e imparerete a mettere il preservativo ad occhi chiusi.

    Le fasi preliminari

    Innanzitutto, prima di vedere come mettere il preservativo, bisogna scegliere il giusto profilattico: non tutti i condom sono uguali, bisogna scegliere quello idoneo alla propria ‘taglia’ affinché non risulti troppo stretto o troppo largo. Inoltre se si è allergici al lattice, materia prima del preservativo, bisogna optare per altri tipi di condom anallergici, ad esempio quelli al poliuretano, così come ci sono quelli ritardanti per chi ha la tendenza all’eiaculazione precoce, oppure quelli sottili, consigliati per chi non solo avverte mancanza di sensibilità durante l’amplesso, ma anche per chi non riesce a mantenere l’erezione una volta infilato il condom. Una volta scelto il prodotto, stando bene attenti alla data di scadenza, bisogna aprire la bustina, una fase che richiede una certa attenzione affinché non si danneggi il condom: evitare quindi di aprire con unghie troppo lunghe, forbicine o altri strumenti taglienti, o con i denti, facendo attenzione anche che il profilattico non si sfreghi contro la linguetta strappata della bustina, lacerando e danneggiando irreparabilmente il condom.

    Come mettere il preservativo nel verso giusto

    Ora avete il vostro condom, che non dovete ancora srotolare prima di indossarlo, poiché bisogna prima verificare che sia nella corretta posizione per infilarlo. Come mettere il preservativo nel verso giusto e non sbagliarsi? Ci sono dei ‘trucchetti’ che ci aiutano a non sbagliarsi. Per essere sicuri infatti che il condom sia nella giusta posizione si può semplicemente soffiarci dentro, in modo da far uscire il serbatoio per lo sperma che solitamente risulta schiacciato: a quel punto per controllare che sia dalla parte giusta bisogna rammentare che la parte arrotolata del preservativo deve essere rivolta verso l’esterno.

    Mettere il preservativo sul pene

    Adesso siamo alla fase dell’inserimento vero e proprio: questi sono i passaggi per mettere il preservativo sul pene correttamente. Innanzitutto, a meno che non si è circoncisi, bisogna prima tirare indietro il prepuzio, in modo tale che il glande sia completamente scoperto, poi si prende il preservativo, tenendo stretto il serbatoio tra pollice ed indice, e lo si mette sulla punta del pene eretto. Con l’altra mano si deve srotolare il condom distendendolo su tutta l’asta del pene fino alla base, in modo da coprirlo tutto. L’ultima avvertenza mentre si compie questa operazione è di assicurarsi che non entri aria dentro il profilattico, che potrebbe causare rotture del preservativo.

    Cosa fare dopo aver completato il rapporto sessuale

    Subito dopo l’eiaculazione, bisogna ritirare il pene fuori dalla vagina con la massima lentezza, tenendo stretto il bordo del preservativo alla base del pene con le dita, in modo da evitare che scivoli via durante l’estrazione. Inoltre è sempre bene assicurarsi di non fare uscire fuori lo sperma e che il proprio pene non venga a contatto con la vagina, per evitare fecondazioni indesiderate: fare infine un nodo al profilattico, avvolgerlo nella carta e buttarlo nella pattumiera. In caso di un nuovo rapporto è necessario utilizzare un nuovo preservativo, giacché il condom non si può assolutamente riutilizzare, essendo un prodotto usa e getta.