Speciale Natale

Attacchi di panico prematrimoniale: come affrontarli?

Attacchi di panico prematrimoniale: come affrontarli?
da in Coppia, Rapporti
    Attacchi di panico prematrimoniale: come affrontarli?

    Il momento di andare all’altare si avvicina e siete vittima di continui attacchi di panico prematrimoniale? Sapere come affrontare i momenti di stress e ansia che anticipano il tanto atteso giorno delle nozze è importante, perché non riuscire a gestirli può anche minare la stabilità della coppia. La crisi, infatti, molto spesso arriva anche prima del matrimonio, quando devono essere prese le decisioni cruciali per la vita insieme e ci si rende conto che non tutto è come ci si aspettava. In ogni caso, sappiate che non siete dei casi rari perché il panico da matrimonio è molto più comune di quanto possiate pensare. Tra le donne ma anche e soprattutto tra gli uomini.

    L’incidenza degli attacchi di panico prematrimoniale tra gli uomini è dovuto ad alcuni fattori ben noti: se la donna fantastica e progetta il matrimonio da anni, prima ancora di trovare la persona giusta, per l’uomo il matrimonio è qualcosa che arriva improvviso, quando si rende conto di avere accanto la donna della propria vita. L’impulso spinge a voler condividere tutto con lei ma spesso non siamo preparati per quel che viene dopo. Sposarsi può sembrare una decisione da poco, soprattutto per chi già convive, e invece è un passo che cambia per sempre la vita. Un passo che comporta responsabilità, di cui spesso ci si rende conto solo quando il grande giorno si avvicina. E’ come tutti gli appuntamenti importanti della vita, che comportano una buona dose di stress, solo che in questo caso il tutto è moltiplicato per mille e amplificato anche dall’ansia dell’organizzazione dell’evento.

    Come affrontare gli attacchi di panico evitando che ansie e preoccupazioni mettano in crisi il rapporto? Gli psicologi sono concordi nel ritenere che la gestione dell’ansia è innanzitutto un problema di maturità personale. Quanto più una persona è consapevole di quel che sta facendo tanto più riuscirà ad affrontare le sfide con serenità e senza cedere agli impulsi autodistruttivi.

    Il problema, allora, è che molti affrontano il matrimonio non avendo ancora raggiunto quella maturità, che è mentale prima ancora che anagrafica. Il primo consiglio, allora, è di lavorare su se stessi e capire quel che è davvero importante, focalizzandosi sui pro invece che sui contro. Il secondo fattore di crisi è la necessità di tenere tutto sotto controllo, tratto caratteriale già presente nella persona ma che esplode quando ci si trova a compiere un passo così importante come il matrimonio. In questo caso aiuta molto il supporto del partner e della famiglia, che devono calmare l’ansia e riportare l’intera faccenda a quello che dovrebbe essere davvero: il giorno più bello della vita.

    Il terzo fattore scatenante è il dubbio prematrimoniale, che colpisce tutti quelli che si sono lanciati nell’avventura pur non essendo davvero convinti. Avere dei dubbi sul matrimonio quando questo si avvicina è piuttosto comune e non per forza vuol dire che la coppia è in crisi. La paura può prendere il sopravvento perché l’impegno a volte sembra andare oltre le nostre capacità effettive. In questo caso la cosa migliore da fare è rilassarsi e focalizzare l’attenzione su quel che ci ha spinto verso l’altare: la partner. Se, pensando a lei, vi torna il sorriso e pensate che tutto si sistemerà, allora siete sulla buona strada per combattere e vincere il panico prematrimoniale. Se, al contrario, le nubi diventano ancora più fosche, allora avete un problema ed è meglio affrontarlo prima che la sposa percorra la navata.

    584

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CoppiaRapporti

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI