NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Amore in ufficio, 10 regole per farlo al meglio

Amore in ufficio, 10 regole per farlo al meglio
da in Rapporti, Sessualità
    Amore in ufficio, 10 regole per farlo al meglio

    L’amore nasce nei luoghi più impensati, e l’ufficio è senza dubbio uno di questi. Anzi, come vi abbiamo raccontato nei giorni scorsi, sembra proprio che in Italia le relazioni sentimentali trovino nel posto di lavoro uno degli sbocchi preferiti. Se quindi la coppia può nascere in ufficio, allo stesso modo in ufficio si può consumare il rapporto sessuale.

    Fare l’amore in ufficio può essere al tempo stesso un’esperienza emozionante, eccitante e molto molto rischiosa. Bisogna quindi avere delle regole perché non si trasformi in un problema, e in aiuto di tutti gli audaci arriva un manuale redatto dal guru del fitness Andrea Carollo, che regala 10 regole base per vivere al meglio l’amore tra le scrivanie. Vediamo quali sono.

    1) Scelta del luogo: quando si dice ufficio, non si intende soltanto la classica scrivania. Scegliere con cura il luogo in cui consumare l’amore diventa quindi fondamentale, per garantirsi un attimo di tranquillità e tutta la privacy necessaria. Sono da evitare il bagno, luogo di traffico per eccellenza, archivi e cantine, troppo umidi e scomodi, mentre sono promosse sala riunioni, mensa e palestra aziendale.

    2) Scelta del momento: anche il quando riveste un’importanza fondamentale. Sono da evitare la pausa pranzo o quelle per i fumatori perché a rischio affollamento, mentre sono tutte da godere le ore degli straordinari e dei weekend.

    3) Scelta dell’ora: per i motivi di cui sopra, l’orario perfetto per l’amplesso lavorativo è quello che va dalle 12:00 alle 13:00 o di sera dopo le 19:00, quando l’ufficio è sgombro da colleghi spioni.

    4) Scelta del come: due devono essere le parole d’ordine per l’amore in ufficio, ovvero fantasia e creatività, per stupire la partner.

    5) Tecniche di seduzione: bisogna anche imparare quali sono i metodi migliori per approcciare la collega che si vuole spogliare. Funzionano bene gli ammiccamenti alla macchinetta del caffè, il piedino durante le riunioni, le allusioni piccanti di fronte a colleghi o gli sms bollenti sul cellulare, mentre per ovvie questioni di privacy sono da evitare come la peste le e-mail dell’ufficio.

    6) Conoscere i propri limiti: se la sera prima avete fatto le ore piccole, o se la mattina vi siete svegliati presto e molto stanchi, sarebbe da evitare l’approccio onde evitare brutte figure e performance scadenti. Conoscere i proprio limiti fisici è fondamentale, anche perché le occasioni non sono molte e quindi non vanno sprecate.

    7) Durata dell’amore: il consiglio è di non esagerare, evitando quindi di superare i 20 minuti di rapporto sessuale, sia per rendere il tutto più piccante, sia per evitare di essere scoperti dai colleghi.

    8 ) Utilizzare gli strumenti disponibili: per rendere più focosa l’esperienza, sarebbe bene utilizzare gli strumenti messi a disposizione dall’ufficio, sempre senza strafare. Magazzini, fotocopiatrici e scaffali possono rivestire un ruolo molto importante nel rapporto amoroso in ufficio.

    9) Variare le posizioni: questa si commenta da sola. L’amplesso a lavoro deve essere un’esperienza sempre nuova e stimolante, quindi ha poco senso reiterare le solite abitudini che si hanno in camera da letto. La particolare conformazione del luogo dovrebbe invece stimolare nuove acrobatiche posizioni.

    10) Attenzione all’igiene: per ovvie ragioni il posto di lavoro potrebbe non essere il luogo più igienico del mondo, quindi bisogna prestare sempre grande attenzione alla pulizia, portando sempre con sé l’occorrente, dai fazzoletti al deodorante.

    578

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN RapportiSessualità
    PIÙ POPOLARI