5 regole per rimorchiare in palestra una ragazza

5 regole per rimorchiare in palestra una ragazza
da in Rapporti, Seduzione, Top & Flop
Ultimo aggiornamento: Lunedì 06/07/2015 17:58

    rimorchiare palestra

    Rimorchiare in palestra una ragazza è una tentazione che avrà colto almeno una volta chissà quanti di voi, ed indubbiamente questo è uno dei luoghi migliori dove incontrare una donna: forse non incontrerete la persona giusta per tutta la vita (mai dire mai), ma un innocente flirt trova tra un allenamento ai bicipiti ed una corsa alla cyclette terreno fertile per crescere e svilupparsi. Se non volete commettere errori e rischiare di ricevere un rifiuto, ecco 5 regole per rimorchiare in palestra una ragazza.

    Scegliere la preda

    adocchiare preda

    Il primo passo è scegliere ovviamente la preda giusta: di ragazze carine in palestra ne potete adocchiare tante, ma ci sono quelle che fanno le sostenute, quelle troppo concentrate sugli esercizi che non vogliono essere disturbate, e così via. Allenate il vostro istinto a fiutare la preda più disponibile e non accontentatevi della prima che vi capita sotto tiro.

    Discrezione

    discrezione palestra

    Una volta individuata la ragazza, potete iniziare il gioco di sguardi con discrezione, quindi niente occhi fuori dalle orbite e levatevi quel filo di saliva al lato della bocca che vi fa sembrare un maniaco all’ultima spiaggia. Cercate di studiare i suoi movimenti e gli orari ed adeguatevi di conseguenza.

    Essere sempre pronti

    essere pronti

    Siccome ogni occasione può essere quella buona, fatevi trovare sempre pronti senza lasciarvi cogliere impreparati, magari indossando la maglietta sbagliata il giorno in cui pensavi che lei non sarebbe venuta, tipo quella scherzosa che ti hanno regalato gli amici che dice ‘Non sono un ginecologo ma ti darei volentieri un’occhiatina’.

    Il momento giusto

    aiuto palestra

    Il momento giusto per passare all’attacco può arrivare in qualsiasi momento: il classico è approfittare magari di un suo momento di defaillance mentre fa un esercizio ed offrirsi di darle una mano, senza fare lo spaccone. Una tecnica infallibile per attaccare bottone.

    Troppa pressione

    no pressioni

    Una volta che avate cominciato a conoscervi il più è fatto, l’unica avvertenza che ci sentiamo ancora di suggerirvi è di non fare troppe pressioni, rischiando di fare la figura dell’invadente o peggio dello stalker. Anche se ci hai parlato e i vostri sguardi si incrociano, lei potrebbe sentire comunque la necessità di avere i suoi spazi. Ricordatevi che è solo un flirt, almeno all’inizio.

    577